News
APOLLO ARTE E CULTURA
<< Torna all'archivio delle news

05 Marzo 2018
Oscar, 4 premi a La Forma dell'acqua

I premi Oscar 2018 sono stati consegnati nella notte tra domenica e lunedì a Los Angeles: sono i più famosi e prestigiosi premi del cinema americano, e quindi internazionale. L’Oscar più importante della serata, quello per il miglior film, è stato vinto da La forma dell’acqua, che ha ottenuto in totale quattro riconoscimenti (tra cui anche quello per il miglior regista, vinto da Guillermo del Toro).

Non c’è stato un film che ha “sbancato”, rispetto agli altri: Tre manifesti a Ebbing, Missouri ha vinto due Oscar, tra cui quello di Frances McDormand per la Miglior attrice protagonista (che ha fatto il discorso più imprevedibile – e più applaudito – dell’intera serata); il premio per il Miglior attore è stato vinto da Gary Oldman, che ha interpretato Winston Churchill in L’ora più buia; Kobe Bryant ha vinto un Oscar per aver scritto un cortometraggio d’animazione (tratto da una lettera al basket scritta da lui); James Ivory, che ha 89 anni, è diventato il più vecchio vincitore di un Oscar competitivo: è stato premiato per la sceneggiatura di Chiamami col tuo nome; il film Icarus, che parla di doping e Russia ha vinto l’Oscar per il Miglior documentario.

 

Tutti i vincitori degli Oscar:

IWC Replica Watches

Miglior film

La forma dell'acqua

 

Migliore attrice protagonista

Frances McDormand

 

Miglior attore protagonista

Gary Oldman

 

Miglior regia

La forma dell'acqua

 

Miglior canzone

Coco

 

Miglior colonna sonora originale

La forma dell'acqua

 

Miglior fotografia

Blade Runner 2049

 

Miglior sceneggiatura originale

Get Out

  

Miglior sceneggiatura non originale

Chiamami col tuo nome

 

Miglior cortometraggio

The Silent Child

 

Miglior cortometraggio documentario

Heaven Is a Traffic Jam on the 405

 

Miglior effetti speciali

Blade Runner 2049

 

Miglior montaggio

Dunkirk

 

Miglior film d’animazione

Coco

 

Miglior cortometraggio animato

Dear Basketball

 

Miglior film stranieroMigliori costumi

Il filo nascosto

 

Miglior attrice non protagonista

Io, Tonya

Allison Janney

 

Migliore scenografia

La forma dell'acqua

 

Miglior sonoro (sound mixing)

Dunkirk

 

Miglior montaggio sonoro (sound editing)

Dunkirk

 

Miglior documentario

Icarus

 

Migliori costumi

Il filo nascosto

 

Miglior trucco e acconciature

L'ora più buia

 

Miglior attore non protagonista

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Sam Rockwell

 

 

 


11 Dicembre ore 01:00
L'uomo che rubò Banksy

Dopo il successo del Tribeca Film Festival, arriva nelle sale italiane il film evento narrato da Iggy Pop su uno dei più grandi esponenti della Street ArtÈ l’artista capace di scombinare opera dopo opera tutte le regole dell’arte contemporanea.

È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murale del soldato israeliano che chiede i documenti all’asino li manda su tutte le furie: passi l’essersi introdotto nei territori e l’aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità, ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo. A vendicare l’affronto con un occhio al bilancio ci pensano un imprenditore locale, Maikel Canawati, e soprattutto Walid, palestrato taxista del posto. Con un flessibile ad acqua e l’aiuto della comunità, Walid decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

È da qui che prende il via L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio narrato da Iggy Pop che arriverà al cinema solo l’11 e 12 dicembre nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema.

12 Dicembre ore 01:00
L'uomo che rubò Banksy

Dopo il successo del Tribeca Film Festival, arriva nelle sale italiane il film evento narrato da Iggy Pop su uno dei più grandi esponenti della Street ArtÈ l’artista capace di scombinare opera dopo opera tutte le regole dell’arte contemporanea.

È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murale del soldato israeliano che chiede i documenti all’asino li manda su tutte le furie: passi l’essersi introdotto nei territori e l’aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità, ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo. A vendicare l’affronto con un occhio al bilancio ci pensano un imprenditore locale, Maikel Canawati, e soprattutto Walid, palestrato taxista del posto. Con un flessibile ad acqua e l’aiuto della comunità, Walid decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

È da qui che prende il via L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio narrato da Iggy Pop che arriverà al cinema solo l’11 e 12 dicembre nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema.

22 Gennaio ore 19:45
Tajkovskij: La dama di picche

Nuova produzione dell’acclamato regista norvegese Stefan Herheim. L’opera di ?ajkovskij, un’esplorazione sull’ossessione romantica, sarà diretta da Antonio Pappano con il grande cast guidato dal tenore lettone Aleksandrs Antonenko, il baritono bulgaro Vladimir Stoyanov e il soprano olandese Eva-Maria Westbroek.
 
Gli orari indicati sono solo indicativi, fate sempre riferimento alla programmazione ufficiale

 

30 Gennaio ore 19:45
Verdi: La Traviata

Il ritorno della straordinaria produzione di Richard Eyre de La Traviata di Verdi sul grande schermo. Questa amatissima opera racconta una toccante storia di amore e sacrificio su alcune delle melodie più gloriose di Verdi.

 Gli orari indicati sono solo indicativi, fate sempre riferimento alla programmazione ufficiale

19 Febbraio ore 20:15
Acosta/Petipa: Don Chisciotte

Una visione colorata della Spagna romantica grazie al Don Chisciotte di Carlos Acosta, omaggio alla coreografia originale di Marius Petipa.

 Gli orari indicati sono solo indicativi, fate sempre riferimento alla programmazione ufficiale

02 Aprile ore 19:15
Verdi: La forza del destino

Opera epica rappresentata alla Royal Opera dopo oltre un decennio, in una spettacolare produzione di Christof Loy della Dutch National Opera. Il cast superbo comprenderà Anna Netrebko e Jonas Kaufmann nel ruolo degli amanti sfortunati Leonora e Don Alvaro.

Gli orari indicati sono solo indicativi, fate sempre riferimento alla programmazione ufficiale

13 Novembre 2018
Creatore di personaggi indimenticabili come SpiderMan e X-Men [leggi]
24 Ottobre 2018
"Il miglior film di fantascienza mai realizzato" [leggi]
09 Ottobre 2018

*Servizio erogato il collaborazione con WebTic, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 21.00, la domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00.
Costi del servizio Call Center: il costo della chiamata da rete fissa è di € 0,96 al minuto con addebito alla risposta di € 0,12. Prezzi IVA inclusa. Per l'accesso da rete fissa potrebbe essere necessario richiedere l'abilitazione chiamando il numero clienti del proprio gestore telefonico. Per cellulari verificare il proprio piano tariffario (costo max € 1,41 al minuto, IVA inclusa). Non anteporre alcun prefisso al numero del Call Center indicato.